Dan Stuart una leggenda del rock ’n roll fa tappa questa sera 27 Luglio a Santo Pietro Belvedere insieme ai promettenti emuli dei Calexico Sacri Cuori

Il concerto si terrà anche in caso di pioggia presso il Centro Sociale di Santo Pietro Belvedere (Capannoli, Pisa – troverete le indicazioni in loco)

Una vera e propria leggenda vivente del Rock ’n Roll, l’ex leader dei Green on Red, insieme ai Sacri Cuori la band che ha all’attivo un CD con John Convertino dei Calexico e Marc Ribot, in concerto stasera alle 21.45 a Santo Pietro Belvedere (Capannoli, Pisa).

Dan Stuart, già leader dei Green on Red, è uno dei più ispirati e profondi cantautori della sua generazione. Equidistante dalla tradizione folk/rock e da quella punk, ha coniato un suono e una poetica di enorme importanza per le generazioni che l’hanno seguito. Pur in diverse maniere, e in diverse declinazioni, sia Ryan Adams (Whiskeytown) che Jeff Tweedy (Wilco) che i Jayhawks e i Richmond Fontaine dichiarano di avere affinato loro poetica ispirandosi al suono e allo storytelling dei Green on Red. E persino gruppi insospettabili come i Travis identificano nelle canzoni di Stuart un punto di incontro ideale fra la cantabilità pop, la ruggine rock-punk e la tradizione folk/country. Stuart è parte del movimento punk del ’77, e ne abbraccia l’estetica in toto, pur avendo nel dna il suono dell’america tradizionale. Sacri Cuori è una formazione guidata dal chitarrista-compositore Antonio Gramentieri e dal percussionista-batterista Diego Sapignoli. Nel loro suono si trova il folk, il blues e la psichedelia, visioni cinematografiche e ambientali. Il loro album di debutto Douglas and Dawn è stato registrato presso il Wavelab Studio a Tucson (Arizona). Alle registrazioni dell’album hanno partecipato: John Convertino e Jakob Valenzuela dei Calexico, Howe Gelb, Marc Ribot e tanti altri…Dan si presenta in questo progetto nuovo con i Sacri Cuori, per un pugno di date esclusive in cui i loro repertori si corteggiano fino a sfiorarsi.

www.myspace.com/sacricuori
www.greenonred.net