Triad Vibration: il Tribal Jazz atterra a Santo Pietro Belvedere Capannoli Pisa il 18 Luglio per il secondo appuntamento con il Musicastrada Festival

Dopo il grande successo dell’apertura del festival con i Barbara Furtuna, Riccardo Tesi e Maurizio Geri il viaggio della carovana di Musicastrada continua Giovedì 18 Luglio in Piazza Castello a Santo Pietro Belvedere con il concerto dei TRIAD VIBRATION.

Un suono evocativo, un viaggio sonoro che esplora la storia dei popoli e raccoglie suggestioni dei luoghi più lontani, delle sonorità più distanti, delle culture musicali più diverse. Tutto confluisce in un sound che inizia da un disegno ritmico essenziale, che svuota la musica, per poi incontrare nel suo percorso influenze Jazz, Elettroniche, World, contaminazioni che vanno dalla Drum’n Bass alla House Music, dalla Black music alla Dance. I TriAd Vibration attraversano sonorità diverse che affondano nelle radici del mondo, all’insegna della world-fusion più passionale, che nasce dalla ricerca dell’essenza della musica. L’effetto è una musica libera e liberatoria, capace di ipnotizzare e coinvolgere gli spettatori. Una sintesi originale e personale, una finestra spalancata sulle infinite sonorità dell’universo musicale. L’elemento caratterizzante è il suono del didgeridoo, strumento principe, il più antico strumento a fiato aborigeno, per questo motivo i TriAd Vibration definiscono la loro musica con il termine di “tribal jazz”.

www.triadvibration.biz

Line Up:
Ezio Salfa, basso elettrico – Gennaro Scarpato, batteria e percussioni – ‘Tanni’ Walter Mandelli, didgeridoo – Mauro Capitale, sax – Luca dell’Anna – Keyboards


Visualizzazione ingrandita della mappa