La nuova era dell’alternative rock: i Cromosauri

cromosauri_musicastrada_wez

La nuova era dell’alternative rock: i Cromosauri

A cura di Roberto Italiani

Parlando di band toscane siamo andati nel litorale toscano, dalle parti di Cecina più precisamente, a scovare questa band alternative rock che dopo gli esordi psichedelici strumentali con “Coromito” del 2015 si avvicina al grunge, quella che era la Seattle-sound degli anni 90 con “NOZ!” del 2016 e “Invalid Session” del 2018.

Ecco, “NOZ!” si presenta sul mercato con l’etichetta della Ghost Label Record a dicembre del 2016 dopo aver concluso le registrazioni iniziate un anno prima.

I Cromosauri sono un terzetto cecinese formato dal chitarrista e cantante Davide Salvadori, Michele Demi al basso e alla batteria Lorenzo Salvadori. Come accennato prendono ispirazione dai vari Pearl Jam, Nirvana, Smashing Pumpkins, Deftones e altri di quel periodo li e soprattutto in questo album si percepisce anche l’abilità di fondere questi influssi con sonorità personali.

Accordi ruvidi, una batteria essenziale e minimale, un basso che direi illuminante e una voce energica, si mixano a formare le nove tracce del disco. Basti sentire “Loud”, T-Rex”, “Chocolate” e “Friendly” che è anche il punto di partenza, il primo video ufficiale.

Iscriviti alla newsletter di Musicastrada

Questo disco lascia spazio anche a spunti melodici, anche se inizialmente può apparire crudo così farcito di sonorità anni 90 e ciò lo si apprende anche dalla ballad acustica “ When Somebody Loses Himself” per dirne una.

Un album diretto e semplice direi, di facile ascolto aiutato anche dalla qualità delle registrazioni, cosa che per un gruppo che vuole diventare grande può altro che aiutare. Ci riusciranno? I buoni propositi ci sono tutti.

leggi anche…

Gli Ultimi Articoli

un articolo a caso

TUTTE LE RUBRICHE

Iscriviti alla newsletter di Musicastrada

news musicastrada