"Live" is better...Io c'ero: il concerto di Frankie Chavez al Cage Theatre

“Live” is better…Io c’ero: il concerto di Frankie Chavez al Cage Theatre

RUBRICA

A cura di eva masoni

Frankie Chavez; inizio con il suo nome sperando che rimanga bene impresso a tutte le persone che leggeranno questo articolo! Artista portoghese (“adottato italiano”) dal talento sconfinato porta con sè la sua musica e il suo batterista in questo tour italiano.

Ho avuto il piacere di essere presente il 5 aprile a Livorno al Cage Theatre dove si è esibito. Già in precedenza avevo ascoltato la sua musica e posso dire che oltre ad aver mantenuto le mie aspettative è riuscito addirittura a superarle.

È un chitarrista eccezionale anche se a tratti introverso, ma la sua voce riesce ad avvolgere il pubblico, complice anche il suo sound Nu-folk-rock-blues che riscalda l’ambiente. E poi con il suo portamento molto familiare riesce comunque a trasportare il semplice ascoltatore fino a farlo sentire parte integrante dello spettacolo.

Il concerto si è aperto con due canzoni inedite eseguite senza l’aiuto delle percussioni che sono servite a mostrare l’invidiabile maestria tecnica di Frankie che scandiva sempre il tempo con il piede, da vero bluesman.

Con l’arrivo sul palco di João Correia lo spettacolo si è spostato su atmosfere più energiche dando vita ad un alternarsi di canzoni conosciute e non, con l’aggiunta di pezzi strumentali che donavano una sorta di armonia all’esibizione.

Iscriviti alla newsletter di Musicastrada

Consiglio a tutti di tenere d’occhio questo duo perché probabilmente sentirete presto parlare di loro e visto il prezzo del biglietto (7 euro) in relazione alla qualità del concerto spero che molti ascoltatori sfruttino l’occasione per seguire la musica di Frankie Chavez e aiutarlo ad avere presto il riconoscimento che merita.

leggi anche…

Gli Ultimi Articoli

un articolo a caso

TUTTE LE RUBRICHE

Iscriviti alla newsletter di Musicastrada

news musicastrada