L’ultimo disco dei Mohicani di Maurizio Blatto

L’ultimo disco dei Mohicani di Maurizio Blatto

A cura di Laura Martini

Inizia oggi una nuova rubrica a cura di Laura Martini chiamata Letteratura in Musica. Ci sono molti libri che “suonano”, pieni di riferimenti musicali. Leggendoli è come se potessimo ascoltare la colonna sonora che li accompagna. Il primo viaggio musicale che vi proponiamo è “L’Ultimo disco dei Mohicani” di Maurizio Blatto «Se apri una finestra verso il mondo, prima o poi il mondo entrerà».

Ed è questo che succede al Backdoor, negozio di dischi torinese, che Maurizio Blatto ci racconta in una specie di diario popolato di personaggi reali quanto surreali che ogni giorno varcano la porta per entrare in un mondo fatto di musica, tra richieste strampalate e manie quasi patologiche. C’è chi sa cosa cerca, e lo ricerca con spasmodica dedizione e precisione, percorrendo i solchi del vinile come la strada verso la felicità, chi invece entra solo perché la porta è aperta, generando scene di comicità unica, che Blatto racconta con ironia e divertimento. Se c’è chi chiede se è possibie vendere dischi di gente morta, «morti i musicisti o chi li vende?»«entrambi», c’è anche chi non lascia passare un sabato senza fare il castoro (detto di chi con velocità sorprendente scorre le copertine dei vinili negli espositori).

Mentre i Velvet underground, gli Smiths, Iggy pop, Belle e Sebastian, ma anche i Pooh e la Ruggero accompagnano la lettura nella compilation che Blatto ha scelto per dare vita ai suoi personaggi e farci vivere le strampalate storie racchiuse nello scrigno del Backdoor, l’autore ci porta in un mondo parallelo dove i vinili sono croce e delizia, dove mogli infuriate venderebbero la collezione del marito per un bilocale ad Alassio, dove mariti affittano monolocali solo per ospitare l’hi-fi perfetto, dove c’è chi cerca non solo un consiglio di musica, ma “la risposta” ai casi della vita, e dove pure Matt Dillon fa una sua comparsata varcando la soglia del negozio quasi ignorato dai clienti immersi in copertine e vinili alla ricerca del pezzo introvabile.

Sotto lo sguardo attento di Blatto i personaggi prendono vita e ci sembra di stare lì, tra gli scaffali e gli espositori o dietro al bancone, con il Signor Franco che sta nel retro a controllare l’incontrollabile e inaspettato che puntualmente entra spalancando la porta del negozio.

Una famiglia, un microcosmo dedito alla musica, dove c’è posto per gli esperti e i neofiti, che vengono accolti come nuovi membri del gruppo, protagonisti di un pezzetto di storia assurda e originale che mancava, in attesa dell’unica domanda per la quale Blatto ha già la risposta pronta: «Tu che cosa stai facendo nella vita, eh?». «Io? Io sto ascoltando dei dischi»

Iscriviti alla newsletter di Musicastrada

Guida musicale alla lettura:
People are strange, The Doors
Alien Soundtracks, Chrome
Tigermilk, Belle and Sebastian
La donna è mobile, Giuseppe Verdi
It’s a Man’s Man’s Man’s World, James Brown
Va bene, va bene così, Vasco Rossi
Hit Parade International (un volume a caso), Armando Curcio editore
L’ultimo combattimento di Chen, John Barry (colonna sonora)
Un pezzo qualsiasi di Kool & The Gang
Lust for Life, Iggy Pop
Freak Out!, Frank Zappa
Take Them On, On Your Own, Black Rebel Motorcycle Club
Iu-Gu, Iansturzense Nababen
Caruso, Lucio Dalla
Sex Machines, James Brown
Dime Carino, Wichy Camacho
Mad World, Tears for Fears
Born to Fight, Vanadium
Per un’ora d’amore, Antonella Ruggero
Dragostea tin dei, O-Zone
Chi non lavora non fa l’amore, Claudia Mori
New Adventures in Hi-Fi, R.E.M.
Unfinished Sympathy, Massive Attack
Rotolando respirando, Pooh
Chattanooga Choo Choo, Glenn Miller
Rastaman Vibration, Bob Marley
In the Air Tonight, Phil Collins
Gladiator, Hans Zimmer e Lisa Gerrard (colonna sonora)
Adolescent sex, Japan/David Sylvian
Tupelo, Nick Cave
Climax, Ohio Players
Group Sex, Circle Jerks
Aqualung, Jethro Tull
Where Were You Hiding When the Storm Broke?, The AlarmHow Soon is Now?, The Smiths
We are Family, The Ritchie Family

L’autore:
Maurizio Blatto. Nato a Torino nel 1966, ha accantonato sul nascere una carriera da avvocato preferendo Backdoor, storico negozio di dischi cittadino. Collabora da anni con la rivista musicale “Rumore”.
La sua canzone è How Soon Is Now? degli Smiths. Dovendo scegliere, sceglie vinile. L’ultimo disco dei Mohicani è il suo primo libro.

La scheda del libro:

Titolo: L’Ultimo Disco dei Mohicani
Autore: Maurizio Blatto
Casa Editrice: Castelvecchi, 2010
Collana: Le Torpedini
Lunghezza: 228 pagine
Prezzo: 15 €

leggi anche…

Gli Ultimi Articoli

un articolo a caso

TUTTE LE RUBRICHE

Iscriviti alla newsletter di Musicastrada

news musicastrada