Mix Tape, l'arte della cultura delle audiocassette di Thurston Moore

Mix Tape, l’arte della cultura delle audiocassette di Thurston Moore

A cura di Laura Martini

Sfogliare le pagine di questo libro è come sfogliare un album di ricordi, di collage, di storie legate da un unico e sottile nastro, quello magnetico della cassetta.

Chi non si ricorda le cassettine? Quelle scatolette di plastica che racchiudevano minuti, ore di musica scelta con cura e assemblata nel migliore dei modi che la tecnologia disponibile potesse offrire. Amo quando qualcuno mi regala un cd con canzoni scelte apposta per me, per condurmi in un panorama musicale mai esplorato, per augurarmi buon compleanno o per raccontarmi qualcosa attraverso la musica.

Quando però per esprimere tutto ciò c’erano solo due piastre e un nastro era tutta un’altra storia: la cura, la dedizione e la minuziosità con cui si doveva lavorare destreggiandosi tra il desiderio della cassetta perfetta e la tirannia del tempo, che spesso troncava sul più bello l’ultima canzone del lato A, davano un tocco in più a quello che era, almeno per me, un regalo speciale da dare e da ricevere.

E la stessa cosa ha fatto Thurston Moorecantante e chitarrista dei Sonic Youth, regalandoci questo mix di ricordi, ritagli e copertine probabili e improbabili che lui, i suoi amici artisti, cantanti, musicisti, designer, poeti, amanti della musica hanno messo insieme in anni di vita vissuta.

Magari il libro ad una prima occhiata potrebbe sembrare più “bello” che “interessante”. Quella copertina rigida che lo fa sembrare una cassetta gigante dice «prendimi!» e gli si obbedisce in maniera compulsiva, mentre le foto delle copertine fai-da-te delle cassette che saltano fuori al primo scorrere delle pagine rapiscono per i bei colori, l’originalità e le storie che sembrano racchiudere tra strisce adesive, fotocopie e scritte a pennarello.

Leggendo poi si trova un insieme di ricordi appassionati, stringati, deliranti, originali, nostalgici e divertiti, canzoni di ogni genere e provenienza, che si apprezzano non a una prima occhiata, ma immergendosi dentro, immedesimandosi, riportando alla luce quelle storie finite chissà dove insieme alle cassette impolverate.

Questo libro, come una cassetta appena ricevuta, va ascoltato, assaporato e scoperto un poco alla volta. E’ bello sapere che quello che potrebbe esser sembrato all’epoca un gesto speciale, ma diffuso, come fare e regalare un mix di canzoni personale registrato su una cassetta, sia invece diventato un ricordo indelebile per qualcuno.

Iscriviti alla newsletter di Musicastrada

Se penso alla “Cassetta” della mia collezione mi viene subito in mente quella che Francesco, il mio inseparabile compagno di banco, mi fece per farmi conoscere gli U2 (120 minuti di musica, 27 canzoni con tanto di punti di gradimento segnati per ogni pezzo) e che mi trasformò in una fan pronta a non perdere nemmeno un’occasione per farmi schiacciare da una folla urlante che canta a squarcia gola le canzoni che quel nastro mi aveva fatto sentire per la prima volta.

Ecco questa sarebbe una storia da “Mix Tape” e come nel libro vi lascio qui la foto della cassetta, un po’ sbiadita dal tempo e dall’uso, alla quale, ripensandoci ora, non capisco perché mai manchi “Stay (faraway, so close!)”, per apprezzare appieno la quale fui praticamente costretta a cercare in ogni videoteca della città l’introvabile film di Wenders in videocassetta.

L’autore:

Thurston Moore è voce e chitarra di uno dei gruppi più influenti del rock dell’ultimo ventennio: i Sonic Youth. Ha collaborato con i più importanti artisti della scena alternativa americana.

La scheda del libro:

Titolo: Mix Tape, l’arte della cultura delle audiocassette

Autore: Thrston Moore (a cura di)

Traduzione: Massimo Gardella

Casa editrice: Isbn, 2008

Lunghezza: 100 pagine

Prezzo22 €

leggi anche…

Gli Ultimi Articoli

un articolo a caso

TUTTE LE RUBRICHE

Iscriviti alla newsletter di Musicastrada

news musicastrada